+39 328 835 5866 Lun/Ven 09:00-12:00/14:00-18:00
+39 328 835 5866
Lun/Ven 09:00-12:00/14:00-18:00
Cerca
Generic filters
Exact matches only

Prodotti da agricoltura biologica: buoni per te e per il pianeta

5/5
Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on linkedin
Share on tumblr
Share on skype
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Si sente spesso parlare di agricoltura biologica, ma di cosa si tratta esattamente? Facciamo chiarezza su cosa aspettarci dai prodotti biologici e come individuarli.

Di cosa parliamo quando parliamo di agricoltura biologica

L’agricoltura biologica è quella nata su un terreno coltivato senza aiutini, ovvero sfruttando la fertilità naturale del suolo e senza impiegare sostanze di sintesi chimica.

L’agricoltura biologica non è solo un modo di produrre, ma un progetto per la tutela dell’ecosistema a lungo termine, non bada solo alla produzione stagionale di frutta, verdura e cereali, ma, come afferma AIAB, Associazione Italiana Agricoltura Biologica, è un modello di sviluppo rurale.

Gli obiettivi dell’agricoltura biologica sono principalmente:

  • apportare meno interventi esterni possibili nella coltivazione,
  • favorire la biodiversità,
  • eliminare l’impiego di prodotti chimici e organismi geneticamente modificati (definiti OGM),
  • evitare lo spreco di risorse naturali.

Come riconoscere i prodotti nati da agricoltura biologica

Concimi, diserbanti e insetticidi chimici sono banditi dai terreni in cui detta legge l’agricoltura biologica. Se vuoi assicurarti di consumare solo ed esclusivamente prodotti biologici, devi fare attenzione ad alcune indicazioni riportate sull’etichetta:

  • nome dell’organismo di controllo ed estremi della autorizzazione ministeriale;
  • sigla Italia;
  • sigla dell’organismo di controllo: codice  ministeriale di tre lettere;
  • codice alfanumerico dell’operatore;
  • codice numerico del prodotto, rilasciato dall’organismo di controllo per l’autorizzazione alla stampa di etichette per i quantitativi accertati di produzione.

L’Unione Europea ha adottato un marchio unico per indicare i prodotti derivati da agricoltura biologica, ma l’utilizzo di questo contrassegno grafico è facoltativo, quindi bisognerà far fede soprattutto sul riferimento ad uno degli Organismi di Controllo, che è invece necessario.

 

La definizione “bio”, che vedi comparire sui prodotti derivati da agricoltura biologica, può essere utilizzata solo se:

  • almeno il 95% degli ingredienti che compongono il prodotto sono di origine biologica certificata;
  • il restante 5% è costituito da ingredienti non certificabili;
  • il prodotto non contiene ingredienti che uniscono miscela biologica e non biologica (come può accadere con la farina);
  • il prodotto è interamente composto da un unico ingrediente completamente biologico.

Vuoi assicurarti di mangiare sano? Scopri la nostra selezione di prodotti biologici!

1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, sono Giovanni, posso esserti utile?
Tappa sul pulsante di invio per avviare la conversazione
Powered by